Ultime notizie

 
Riassunte nel testo le argomentazioni sostenute da sempre da Confartigianato Odontotecnici
 
Lunga eco per la sentenza numero 1686/2015 del Tribunale di Vicenza che ha sostanzialmente legittimato la realizzazione attraverso apparecchiature CAD-CAM di corone in materiale estetico da parte dei dentisti, e l'applicazione al paziente, il tutto senza l'obbligo di fornire la documentazione prevista per i dispositivi medici su misura, provocando sconcerto all'interno della Categoria degli odontotecnici, e non solo.
Tale pronunciamento, in netto contrasto con le disposizioni secondo le quali  fabbricanti  e mandatari di dispositivi medici su misura con sede legale in Italia hanno l'obbligo di iscriversi nell'elenco tenuto dal Ministero della salute e di comunicare i dati relativi ai dispositivi medici su misura messi in commercio, rappresenta l'ennesima grave turbativa ad una situazione  già ai limiti della sostenibilità, che vede la Categoria sempre più penalizzata da una serie di pressioni e di distorte interpretazioni delle norme esistenti e dalla ormai intollerabile mancanza di un idoneo profilo professionale di riferimento.
Tale delicata e annosa problematica ha sollevato l'interesse dell'On.le Emanuele Lodolini e di un gruppo di Colleghi che hanno sollecitato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin a chiarire "se sia intenzione del Governo riprendere l'esame degli accordi in merito al riconoscimento del profilo professionale dell'odontotecnico e assumere iniziative per consentire alla figura professionale sanitaria dell'odontotecnico l'esclusività di produrre e mettere in commercio i dispositivi medici su misura (fabbricante e mandatario), evitando che si autorizzino soggetti senza una specifica preparazione in materia senza nessuna garanzia certificata per l'utilizzatore finale, e rendere obbligatoria la consegna al paziente della dichiarazione del fabbricante con etichettatura e con le istruzioni d'uso come avviene per i dispositivi medici generici, in modo da attivare la catena della trasparenza sulla reale provenienza del dispositivo e sulla tracciabilità dei materiali utilizzati anche alla luce delle successive esigenze di manutenzione".
Confartigianato Odontotecnici ringrazia i Parlamentari per la sensibilità e confida in una risposta del Governo che affronti con decisione il tema del profilo professionale dell'odontotecnico, ponendo di conseguenza termine all'esercizio dell' attività da parte di competitors privi di requisiti professionali ed alla possibilità di taluni soggetti di produrre dispositivi ignorando le disposizioni normative in materia, e rispondendo in modo definitivo all'esigenza  di salvaguardare la qualità e la durata del dispositivo, tutelando in tal modo il paziente, sia dal punto sanitario che economico.
 
IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE
 
IL LINK AL SITO DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

  

 Venerdì 30 ottobre presso la sede di Confartigianato Brindisi
 
Il corso, realizzato in collaborazione con Confartigianato Puglia,  si pone l’obiettivo di ridurre i tempi di gestione degli adempienti previsti dalla direttiva 93/42 dispositivi medici alla luce della norma armonizzata EN ISO 14971 del 2012.
Infatti la norma mette in relazione i RES (requisiti essenziali) della 93/42 con i punti della norma stessa consentendo di semplificarne la gestione.
Lo scopo è quindi quello di rivedere l’analisi dei rischi, alla luce della nuova norma, e di semplificare conseguentemente anche tutta la gestione della documentazione.
 
 IL PROGRAMMA

  

 
Il Presidente di Confartigianato Odontotecnici di Trento Andrea Giovannini è stato eletto per acclamazione dall'Assemblea nazionale dell'Associazione, il 16 settembre u.s. a Roma.
 

Dal sin.: i Consiglieri Evelino Signori e Gennaro Mordenti, il Responsabile Nazionale Tiziana Angelozzi, il Presidente Antonio Ziliotti, il neo Consigliere Andrea Giovannini ed il Consigliere Rienzi Rosso
 

  

Nel mese di luglio 2015 Il Ministero della Salute ha effettuato il controllo di tutti i dati dell’elenco degli Odontotecnici e l’incrocio con il registro delle imprese e, a partire dalla pubblicazione del 4 agosto, sono stati cancellati dall’elenco gli operatori le cui attività sono risultate cessate.
Tale operazione, ancorchè non del tutto risolutiva, è risultata comunque utile a depurare l’elenco da soggetti assolutamente non legittimati a comparirvi.
Al fine di ottimizzare la rispondenza dei dati presenti in elenco, si invitano gli odontotecnici associati a verificare la propria posizione all’interno degli elenchi suddivisi per regione al seguente link: Elenchi dei fabbricanti di dispositivi medici su misura e di segnalare eventuali errori rilevati all'indirizzo di posta elettronica dgfdm@postacert.sanita.it
Le segnalazioni dovranno riportare come oggetto della e-mail: “Segnalazione errore elenco ODONTOTECNICI".

  

Confartigianato Odontotecnici ha chiesto - con formale lettera al Direttore Editoriale - la rettifica dell'articolo apparso sul sito odontoiatria33 il 16 giugno scorso titolato “La protesi rende più complesso il rapporto odontoiatra-paziente. Le implicazioni medico legali e le responsabilità di dentista e odontotecnico”.
Una serie di inesattezze in esso contenute, sottolinea la nota, rischiano di ingenerare pericolosa confusione in ordine al ruolo dell’odontotecnico nel processo produttivo della protesi nonché alle competenze e responsabilità ad esso correlate.
 
L'ARTICOLO DEL 16 GIUGNO U.S.
LA NOTA DI CONFARTIGIANATO ODONTOTECNICI

  

Confartigianato Odontotecnici risponde unitamente a Cna Sno, con una lettera aperta, alle affermazioni della Sen. Emilia Grazia De Biasi rispetto all'opportunità di qualificare gli odontotecnici come professione sanitaria.
Le Organizzazioni auspicano che anche il Senato voglia condividere la linea di sostegno al profilo professionale già adottata da diverse Regioni e da numerosi parlamentari.
 
LA LETTERA APERTA

  

Non c'è più tempo per le iniziative di visibilità. La criticità della situazione in cui versa la Categoria impone di concentrare le energie sulle azioni concrete a sostegno del comparto.
 
LEGGI L'ARTICOLO

  

 
Confartigianato Odontotecnici sarà presente, con un un proprio stand presso la Zona Istituzionale del padiglione C5, alla manifestazione "Amici di Brugg" che si svolgerà dal 21 al 23 maggio 2015 presso la Fiera di Rimini.
Le modalità di partecipazione ed i costi di iscrizione sono reperibili al seguente indirizzo:
http://www.amicidibrugg.it/default.asp
Parteciperemo, inoltre, alla giornata di incontro "Cittadella dell'Odontotecnica" riservata alla Categoria, in programma per venerdì 22 (come da programma allegato - pagina 6) che si svolgerà nell'atrio principale della Fiera.
Per coloro che dovessero raggiungere la sede dell’evento in auto, si consiglia di uscire a Rimini Nord e seguire le indicazioni per l’ingresso ovest della Fiera.
 
IL PROGRAMMA

  


 
Si è svolta il 25 marzo l'audizione congiunta di Confartigianato Odontotecnici e Cna Sno in presso la II Commissione Giustizia della Camera dei Deputati sull' all’A.C. 2281 "Modifiche agli articoli 348, 589 e 590 del codice penale, agli articoli 123 e 141 del testo unico delle leggi sanitarie, di cui al regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265, nonché all'articolo 8 della legge 3 febbraio 1989, n. 39, in materia di esercizio abusivo di una professione e di obblighi professionali".
I rappresentanti delle Organizzazioni, oltre ad illustrare il documento di merito e le proposte emendative sul provvedimento in esame, hanno richiamato l'attenzione su una serie di problematiche correlate all'esercizio dell'attività.
 
IL COMUNICATO
 
IL DOCUMENTO DEPOSITATO IN COMMISSIONE
 

  

Importante momento formativo organizzato da Confartigianato Odontotecnici Puglia presso la sede di Lecce.
Tema dell'appuntamento, trattato da Antonio Zollo, "Riabilitare con la protesi mobile. La protesi totale a 360°, procedure tecniche".
L'INVITO